Nidyon sismoresistenza

Sismoresistenza

Struttura forte e anima leggera: è il paradigma dell’edilizia contemporanea marchiata Nidyon.

Nidyon significa resistenza al sisma completa e documentata per una produzione che va ben oltre i requisiti minimi previsti dalle norme vigenti. Abbiamo testato il nostro sistema su tavola vibrante per garantire la massima sicurezza rispetto ai terremoti e alle calamità naturali in genere. Abbiamo superato sempre con esito eccezionalmente positivo anche i più severi collaudi imposti dalla natura, accertando risolutamente la simoresistenza effettiva delle costruzioni Nidyon presenti in Italia e nel Mondo. Il nostro dovere professionale e morale, il nostro know how e i continui investimenti nella ricerca e nello sviluppo, sono rivolti a salvaguardare tutti coloro che scelgono e costruiscono con la nostra tecnologia, sia in occasione di piccoli eventi, sia in presenza di ben più gravi e indesiderati sommovimenti tellurici.

Prestazioni semplicemente superiori

Il Sistema studiato ed elaborato da Nidyon è un sistema rigido a setti portanti ad armatura diffusa e distribuita in modo omogeneo su tutto l’involucro. In presenza di terremoti, gli edifici realizzati con questo sistema hanno un comportamento scatolare monolitico e pertanto le eventuali deformazioni che subiscono sono irrilevanti e, soprattutto, non compromettono l’agibilità dei locali.

In tabella le diverse prestazioni sismiche secondo le Norme Tecniche per le Costruzioni (DM 14/01/2008) a cura di Tomaso Trombetti Professore Associato di Tecnica delle Costruzioni presso il dipartimento DISTART, facoltà di Ingegneria, università di Bologna.

Livelli di prestazione sismica

Legenda:
Fully Operational (Pienamente operativo, Stato limite di operatività, SLO): dopo il sisma la struttura è immediatamente occupabile in sicurezza. Gli elementi strutturali, non strutturali e le apparecchiature non subiscono danni ed interruzioni d’uso;
Operational (Operativo, Stato limite di Danno, SLD): dopo il sisma la struttura è occupabile in sicurezza. I servizi essenziali sono garantiti da subito, quelli non essenziali possono necessitare di un leggero intervento. Il danneggiamento non è significativo e non interessa elementi strutturali;
Life safety (Salvaguardia della vita, SLV): dopo il sisma l’edificio deve essere evacuato. La struttura subisce un danneggiamento significativo ma è garantita la salvaguardia delle vite umane. La struttura può essere ripristinata ma non è detto che sia economicamente conveniente;
Near Collapse (Stato limite di prevenzione del collasso, SLC): la struttura subisce un danneggiamento diffuso e molto significativo ma è garantita la prevenzione del collasso. La struttura deve essere demolita in quanto non è possibile riparare i danni.

Nidyon, il test su tavola vibrante

Eucentre

Nidyon® sottopone i propri prodotti a continui test e prove di laboratorio (di tipo statico, dinamico, permeabilità all’aria, tenuta all’acqua, resistenza al carico del vento, prove d’urto per la simulazione degli effetti di un uragano sul modello degli standard imposti dall’American Society for Testing and Materials International in accordo con le norme americane, ecc…) presso i più rinomati laboratori nazionali per il rilascio delle relative certificazioni ed omologazioni. Per la messa a punto delle caratteristiche strutturali, Nidyon ha condotto una lunga campagna di studi e sperimentazioni presso l’Istituto di Tecnica delle Costruzioni dell’Università di Bologna. Inoltre, nell’ambito di un progetto di ricerca europeo, Nidyon è stata scelta per misurare scientificamente la resistenza ai terremoti dei sistemi a parete portante alleggerita con armatura diffusa.

Guarda il video del test su tavola vibrante effettuato dall’Istituto di Ricerca Eucentre su un edificio a tre piani in scala reale.

Gli altri sistemi crollano

Le prestazioni di resistenza sismica delle varie tipologie costruttive, come detto, sono misurate su tavola vibrante che simula appunto il comportamento degli edifici in caso di terremoto. Simili prove sono state eseguite in vari Paesi del mondo, presso Istituti di ricerca e sperimentazione, nonché con la supervisione di Università internazionali ed esperti in ingegneria sismica.
Costruzioni in murature tradizionali, travi e pilastri, legno ecc, non restituiscono esiti confortanti e altrettanto sicuri.

Test su edificio in travi e pilastri (ante 1962)

Test su edificio con sistema travi pilastri e muri di tamponamento